CAMBIELLI EDILFRIULI

Soluzione Server Power 8

Data inizio intervento : 01/07/2015Durata intervento : Un mese.

L’azienda.

Il Gruppo Cambielli Edilfriuli è oggi il più grande gruppo italiano di distribuzione di articoli idrotermosanitari. Gli oltre 685.000 articoli trattati, infatti, sono distribuiti in più di 200 punti vendita, presenti in 14 regioni e anche in alcuni Paesi dell'Est Europa (Croazia e Slovenia). 

Principali esigenze.

Dar vita a un legame continuo e soddisfacente con i propri clienti è per Cambielli Edilfriuli un obiettivo di business, che si concretizza nell'impiego a offrire un servizio capillare sul territorio e a garantire un tempestivo approvvigionamento di materiale ai punti vendita.

Per la gestione di un numero elevatissimo di referenze prodotto, quindi, la supply chain riveste un ruolo di primaria importanza, che Cambielli Edilfruili interpreta grazie a quattro piattaforme di logistica centralizzata, dislocate dall'estremo Nord al Centro Italia. Con più di 50.000 mq di superficie coperta, questi magazzini consentono lo stoccaggio e il recapito della merce in ciascun punto vendita del Gruppo entro 24 ore dall'ordine.

Oltre ad avere la necessità di consegnare in modo rapido e preciso le merci - spiega Furio Galli, responsabile sistemi informativi di Cambielli Edilfriuli -, abbiamo l’esigenza di gestire i punti vendita come se fossero un’unica azienda: archivi e anagrafiche clienti uniche, processi complessi, gestione del credito cliente, pagamenti, emissione dei documenti di vendita. Per tenere costantemente dati, transazioni e giacenze allineate è, dunque, fondamentale poter contare su un’infrastruttura informatica estremamente affidabile e veloce”.

Soluzione.

La decisione di affidarsi alla tecnologia IBM, per le sue caratteristiche di stabilità e certezza di funzionamento, accompagna da sempre il percorso di crescita di Cambielli Edilfriuli.

Fedele a questa scelta, la società ha, quindi, deciso di affidare a PMC, business partner IBM, lo studio della propria architettura per individuare la configurazione più rispondente ai carichi di lavoro presenti e previsti, in modo da abbattere i tempi di prestazione e poter contare su un aumento delle performance.

Il nostro obiettivo - racconta Galli - era quello di ottenere il migliore equilibrio possibile tra offerta tecnica e impegno economico, considerando il possibile aumento delle postazioni di lavoro e dell’utilizzo del software applicativo per il triennio entrante”.

La società ha così deciso di implementare un server Power 8, con sei processori, evolvendo dal sistema Power 7, con quattro processori, presente in azienda. Anche alcuni dischi del sistema storage Storwize V7000 sono stati cambiati per accrescerne, in parallelo, la capacità.

Volevamo essere certi di poter contare su un’impeccabile distribuzione del dato e gestione dei documenti, sia per quanto riguarda le operazioni fatte in modo interattivo sia nella fase batch - prosegue Galli -, bilanciando potenza del processore, spazio su disco e memoria RAM e puntando a un aumento del 30% delle prestazioni della macchina”.

Benefici.

Dopo quasi un anno dall'adozione del nuovo sistema, Cambielli Edilfriuli può realmente disporre di una potenza di calcolo superiore del 30% rispetto al passato e sull'abbattimento del carico delle operazioni batch.

La ricaduta sulla soddisfazione degli utenti è stata netta - specifica Galli -, grazie anche allo snellimento delle attività di esecuzione dei programmi di allineamento e aggiornamento dati che, lanciati in orario notturno, non interferiscono sulle normali attività della supply chain”.

La certezza di poter contare su una percentuale di crescita importante per quanto riguarda le performance del sistema Power 8 adottato, oltre che su caratteristiche di affidabilità e scalabilità rappresenta, inoltre, per Cambielli Edilfriuli un sinonimo di tranquillità sia nell'utilizzo quotidiano del sistema, sia per quanto riguarda la realizzabilità delle iniziative future.

Nel corso del progetto - conclude Galli -, abbiamo particolarmente apprezzato il know-how di PMC, che ci ha affiancato in fase di studio, previsione e progettazione, aspetti che richiedono elevata capacità analitica, profonda conoscenza dell’architettura IBM e supporto costante e attendibile”.