MERLETT

Ottimizzazione Flussi con Power Mobility

Data inizio intervento : 01/10/2014Durata intervento : 12 mesi

Merlett è leader in Europa nel mercato dei tubi flessibili in materiali plastici, conta su un organico di oltre 500 dipendenti circa con 12 filiali in Europa.

In occasione di una importante ristrutturazione organizzativa Merlett diede incarico a PMC di progettare una infrastruttura robusta, stabile che avesse come fulcro il sistema Power i con il loro ormai consolidato gestionale.

Gli obiettivi fissati furono molteplici: dalla tracciabilità del prodotto, all’ottimizzazione dei flussi produttivi, dalla razionalizzazione dello stoccaggio del materiale alla riduzione dei tempi di produzione, dall’informatizzazione delle macchine produttive alla disponibilità in tempo reale delle informazioni.

Merlett ha 3 siti produttivi dislocati su aree molto vaste con magazzini di stoccaggio  ubicati all’interno e all'esterno che rendono estremamente difficile e oneroso garantire una copertura di rete.

Dopo aver analizzato gli strumenti disponibili sul mercato, Merlett  ha incaricato PMC di  realizzare un  primo prototipo per la tracciatura del materiale in ingresso.

La soluzione doveva prevedere  la ricezione, il controllo e l’identificazione dei materiali in aree poste all’esterno senza copertura wifi fornendo ai carrellisti le istruzioni per stoccare i prodotti.

Nacque così la prima release di Power Mobility Connect, interamente sviluppata su System i utilizzando il codice delle procedure gestionali, pubblicandole su terminali  industriali, dotati di connessione 3G e di scanner laser  Barcode.

A distanza di qualche mese, il prototipo è stato consolidato e l’infrastruttura si è arricchita con nuove funzioni, nuovi devices coprendo praticamente tutte le funzioni aziendali.

Tutto il materiale in ingresso è censito e gestito  in tutti i magazzini italiani, esteri e terzisti; I carrellisti ricevono direttamente dal sistema Power i le notifiche per movimentare le merci e in tempo reale confermano l’operazione.

La realizzazione di classi  Java hanno permesso di interfacciare in tempo reale le macchine di processo con il gestionale, i dati sono immediatamente  disponibili  riducendo gli errori ed i differimenti di registrazione.

Le non conformità del prodotto vengono istruite  facendo pervenire all’ufficio preposto, sia le informazioni che la documentazione visiva del problema utilizzando la fotocamera del dispositivo.

In produzione, i responsabili  hanno la possibilità di verificare la commessa con  l’avanzamento, la distinta base, la scheda tecnica ed i settaggi delle macchine produttive direttamente in mobilità sui tablet in dotazione.

Con l’adozione della piattaforma Android i  minipc sono utilizzati come postazioni fisse, ottimizzando il TCO e le attività di manutenzione grazie anche al Launcher PMC che permette di eseguire solamente le operazioni di Power Mobility Connect Autorizzate.

Nei vari processi sono state utilizzate anche le funzioni di riconoscimento vocale (per evitare l’utilizzo della digitazione in particolari condizioni), la lettura NFC per abbinare la commessa agli impianti, la geolocalizzazione per guidare i carrellisti al raggiungimento dell’obiettivo. 

Con il rilascio della nuova funzione di GEN2 è stata estesa la possibilità di interagire in tempo reale anche da IOS, Black Berry, Windows Mobile, e Browser con i dati gestionali aziendali coprendo le aree manageriali, commerciali e di supply chain.

 

Paolo Attardo (IT Specialist di Merlett) … con questo strumento abbiamo potuto mantenere le competenze  del nostro gestionale, lo sviluppo è stato estremamente rapido riutilizzando il codice dei programmi per interfacciare i vari plugin che venivano nel frattempo progettati e realizzati. Avere tutta l’infrastruttura su Power i è una garanzia di stabilità e di sicurezza dei dati a tutti i livelli. Il sistema di aggiornamento automatico dei devices (utilizzando il Power i come store privato) permette un notevole risparmio di tempo al personale It avendo sempre la certezza di eseguire l’ultima versione del software. L’accesso al sistema è protetto a più livelli e basato su molteplici fattori che vanno dalla Cifratura e compressione, passando alla profilazione dell’utente con password, al controllo del codiceIMEI del device, fino alla validazione di secondo livello (via pin SMS o Mail) e la geolocalizzazione.

Fabio Bertoncello (Responsabile di Produzione Merlett) abbiamo  immediatamente apprezzato la facilità di utilizzo dello strumento, e l’impegno per la  formazione agli addetti è stato molto contenuto; i processi aziendali sono diventati molto più snelli e controllati  fornendo una notevole quantità di informazioni fruibili in tempo reale dai vari responsabili di settore. Grazie all’interfaccia diretta con le macchine di produzione del semilavorato, abbiamo ottimizzato le giacenze di magazzino, affinando i consumi delle distinte base. Informazioni precise, certe e immediate hanno portato ad un guadagno di efficienza del 20%.