RHIAG S.P.A.

Storage, Alta Affidabilità e Disaster Recovery

Data inizio intervento : 07/01/2016Durata intervento : 3 mesi.

L’azienda.

Maggiore distributore italiano di ricambi per auto e per veicoli industriali sul mercato indipendente, Rhiag mette quotidianamente il suo catalogo prodotti a disposizione di circa 5.000 clienti, grazie alla collaborazione con centinaia di fornitori italiani ed esteri. La capacità di offrire a ricambisti, fleet manager, meccanici e automobilisti la soluzione migliore per riparare, gestire o guidare i veicoli si lega alla capillarità delle 18 filiali che Rhiag conta sul territorio, facenti capo a un magazzino centrale, situato nei pressi di Milano.

Principali esigenze.

Il business di Rhiag è caratterizzato dalla volontà di stabilire una relazione duratura con il cliente, definire la corretta strategia promozionale ma, soprattutto, prevedere le richieste dei clienti al fine di acquistare i prodotti adeguati e distribuirli in modo corretto nelle filiali più opportune.

Ci muoviamo in un mercato dominato da una competizione estrema - spiega Stefano Corradi, It manager Italia di Rhiag Group -, che richiede copertura di gamma e rapidità assoluta nella consegna dei pezzi”.

Per mettere in campo le migliori politiche commerciali e cogliere l’opportunità di nuovi flussi di distribuzione rispetto a quelli tradizionali, Rhiag ha deciso, così, di basare il proprio sistema informatico su un ERP e su un sistema logistico totalmente customizzati, sviluppati internamente su linguaggio RPC, che fonda le sue radici nei sistemi IBM.

La nostra esigenza è di poter contare su soluzioni flessibili e facilmente modificabili - prosegue Corradi -, considerato anche il particolare impulso dato al canale dell’e-commerce, un vero e proprio vestito web del nostro data base gestionale”.

Tramite il sistema di commercio elettronico, infatti, i clienti di Rhiag possono trasmettere gli ordini, vedere le promozioni in corso, accedere alle statistiche, scaricare documenti, bolle e fatture o, addirittura, nel caso di prodotti non presenti nella filiale di riferimento, effettuare la ricerca presso altre sedi, nel magazzino centrale o inviare una richiesta specifica.

Un ulteriore processo critico riguarda il magazzino e le filiali, all’interno dei quali la movimentazione della merce è effettuata tramite device in radio frequenza e lettori barcode da alcune centinaia di addetti.

Si tratta di operazioni che impongono velocità ed efficienza - specifica il manager - e fondamentale è, quindi, poter contare su un’infrastruttura estremamente performante e affidabile”.

Soluzione.

rhiag case history video

GUARDA IL VIDEO del case history Rhiag raccontato da Emanuele Michi, System Sales Consultant di IBM Italia, nella nostra area riservata.

Per supportare la sua cosante espansione, Rhiag ha deciso di rinnovare la propria infrastruttura informatica e di commissionare a PMC, business partner IBM, lo studio della soluzione più adeguata alle peculiarità aziendali e all’impostazione tecnologica esistente, caratterizzata da una soluzione di alta affidabilità e disaster recovery su tre siti, con replica sul sistema posto in sede centrale.

La scelta ha confermato la preferenza per la tecnologia IBM, con l’adozione di due sistemi Power 8 da sei core, configurati con Flash System V9000.

Nonostante i sistemi in uso non fossero ancora giunti al termine del contratto di locazione, abbiamo deciso di investire sul futuro - illustra Corradi -. Grazie a PMC, abbiamo potuto partecipare a diversi incontri di aggiornamento, godere di una consulenza personalizzata sulle nostre specificità e confrontarci con aziende che già utilizzano il sistema Power. Dopo aver effettuato, insieme ai tecnici IBM, l’analisi delle prestazioni del sistema in uso per quanto riguarda transazioni, peso dei programmi interattivi rispetto a quelli batch, numero di operazioni di lettura e scrittura sui dischi, utilizzo di memoria e altro ancora, PMC ci ha, quindi, suggerito la soluzione più adatta a noi, non prima di aver valutato diverse alternative, anche dal punto di vista del supporto economico e finanziario”. 

L’analisi degli applicativi e delle prestazioni fondamentali per Rhiag ha portato la società a una maggiore consapevolezza dell’esigenza di velocità per quanto riguarda l’input/output su disco, con tempi di latenza minimi.

Per garantirci le performance di cui abbiamo bisogno, ampiezza di memoria e prestazioni dei dischi devono procedere di pari passo - riprende il manager -, per questo, poter ricorrere a una soluzione storage esterna come Flash System ci ha convinti ad anticipare i tempi ed evolvere da un sistema con configurazione più tradizionale verso la nuova piattaforma dai contorni più all’avanguardia, adottata con un canone di entità variabile nel tempo”. 

Benefici. 

Grazie alla soluzione adottata, Rhiag può ora contare su un sistema logistico estremamente più rapido, con elevata soddisfazione sia da parte dei clienti sia degli utenti interni che hanno potuto velocizzare le operazioni, rappresentando innegabili vantaggi di business.

Il tempo medio di transazione legato all’e-commerce è sceso da 250 a 150 millisecondi, con un abbattimento del 40% dei tempi di risposta, che il cliente percepisce e apprezza. - evidenzia Corradi - Molte nostre filiali, inoltre, ci hanno inviato e-mail di congratulazioni per il netto miglioramento dal punto di vista delle prestazioni: il calcolo del rifornimento, ad esempio, che gira quotidianamente, più volte al giorno, nel magazzino centrale, ha dimezzato i suoi tempi, garantendo elevati benefici per gli addetti alla logistica che, grazie alla nuova configurazione, riescono a lavorare con maggiore efficacia”.

Già prima di adottare il nuovo sistema, inoltre, Rhiag aveva potuto tastare con mano i benefici previsti, grazie all’installazione dell’intera soluzione nei laboratori di PMC:

In questo modo - ricorda il manager - abbiamo potuto simulare alcune operazioni sia semplici sia complesse, apprezzando i risultati ad esempio del back up, passato da tre ore a una sola”.

Senza aver dovuto effettuare investimenti importanti, bensì, mantenendo praticamente invariato il costo annuale di locazione, Rhiag ha così potuto ottimizzare i carichi di lavoro nonché l’allineamento e l’aggiornamento dei dati, ridurre i tempi di prestazione e accrescere performance, agilità e stabilità.

Un’opzione molto interessante, infine - conclude Corradi -, è quella di poter affidare a PMC il monitoraggio da remoto delle macchine e di poter fruire di molteplici servizi di gestione sistemistica ritagliati appositamente sulle necessità dell’azienda. Nel nostro caso, abbiamo assegnato al partner la gestione del disaster recovery”.