04/12/2017

Mirroring sincrono: come ottenere un Recovery Point Objective uguale a zero

Parlando di Mirroring, abbiamo parlato della modalità sincrona e di quella asincrona. Nel mondo IBM il mirroring sincrono viene definito Metro Mirroring. È applicabile per distanze relativamente limitate e su protocollo Fiber Channel.

Per ottenere la sincronia, cioè ciò che in gergo si definisce a volte ‘tempo reale’, è necessario avere una scrittura dei dati in contemporanea sia sullo storage di produzione sia su quello replicato. In realtà questo ‘tempo reale’, tradotto in termini un po' più corretti dal punto di vista tecnico, va definito come il tempo di attesa necessario per avere la conferma di scrittura del dato anche sullo storage replicato. Deve essere tale da non avere impatti negativi sull'applicativo e sui tempi di risposta. Questo vuol dire in pratica che si deve usare un protocollo di comunicazione che abbia le caratteristiche necessarie per dare questi risultati.

Come la distanza condiziona le operazioni di scrittura

mirroring sincrono rpo gdprLe latenze, misurate in millisecondi, rilevabili sulle operazioni di scrittura, devono rimanere entro un certo limite. I valori adatti allo scopo sono quelli che si ottengono col protocollo Fiber Channel su distanze relativamente limitate, in coerenza con quello che può fare la fibra ottica. Sappiamo che la luce si muove a 300.000 km al secondo; perciò, se la lunghezza della tratta in fibra è ad esempio di 300 km tra un sito e l'altro, si avrà un millisecondo di ritardo, causato dalla distanza, da sommare al tempo che impiega effettivamente lo storage per scrivere.

Se ad esempio si fa una valutazione relativa all' Italia, le distanze saranno di una certa entità, mentre negli Stati Uniti sarà difficile rientrare nei 4 - 5 millisecondi di tempo di latenza totale, in quanto le repliche spesso devono essere fatte dalla costa est a quella ovest. Quindi sarà decisamente più difficile (anche con budget molto elevati) ottenere le latenze adeguate per fare una replica sincrona oltre una certa distanza.

Il mirroring sincrono è l'unico che assicura l'ottenimento di un RPO uguale a zero.

Quali sono le caratteristiche del Mirror Asincrono

Il mirroring asincrono, che IBM ha battezzato con la denominazione Global Mirror, è applicabile anche con distanze molto elevate e utilizza il protocollo IP. Un'ipotetica replica tra Los Angeles e New York sarà probabilmente, nella maggioranza dei casi, una replica su protocollo IP. L’RPO chiaramente in questo caso non può essere zero, ma non è neanche definibile a priori. Sarà infatti variabile in funzione delle diverse situazioni: la distanza, la banda disponibile ma anche le caratteristiche del workload, cioè cosa fa l'applicativo, con che frequenza effettua le scritture e quanto è pesante in termini di quantità di dati ogni singola scrittura, ecc.

Quindi anche qui è importante, più ancora che nel caso precedente, stabilire in sede di progetto se l’RPO desiderato è raggiungibile, che investimenti sono richiesti e che caratteristiche di connessione sono necessarie. Potrebbe succedere che per problemi di budget ci si debba accontentare di un RPO diverso, ma sempre in accordo con le caratteristiche dell'applicativo, con cosa si fa, quali servizi si erogano, ecc.

Questo contributo è tratto dall’intervento di Francesco Camposeragno, Sistemista IBM Certified, all’evento “GDPR cosa fare: aspetti legali e tecnologici” (IBM Client Center di Segrate, 8 novembre 2017, guarda i video e consulta i materiali nell’area riservata).

Noi di PMC forniamo consulenza (installazione, configurazione e gestione) per tutta la serie di servizi forniti esclusivamente col sistema operativo, così come per le certificazioni dei vari prodotti IBM. Chiedi un incontro per questo e per una consulenza sull'adeguamento al GDPR.

 

 

 

* Tutti i campi sono obbligatori
Informativa ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n. 196/2003
Clicca qui per leggere l'informativa e le finalità del servizio.


Autorizzo al trattamento dei miei dati personali. (n.b. qualora non venga fornito il consenso non si potrà inviare la richiesta). Titolare e responsabile dei dati raccolti è PMC International Service srl

captcha